Domenica scorsa, il 30 novembre 2022, mi sono visto Derthona – Venezia su D Max, in chiaro sul digitale terrestre.

Partita bella, belle riprese televisive, ottimi commenti, tutto molto bello, però, ragazzi, io ve lo dico chiaramente: non ci siamo. Non è quello di cui il basket italiano ha bisogno. Mi spiego meglio. Partita che inizia alle 17:30, collegamento dal palazzetto che parte 10 minuti prima, poi la partita e dopo 10 minuti, arrivederci e grazie.

Fino alle 17:20 c’era un programma sulle mucche in Nebraska, o in Kentucky, non ho capito, poi dieci minuti dopo la fine della partita, c’era un programma sui controlli alle frontiere dell’Australia. Ma che senso ha buttare li una partita a settimana in mezzo al nulla? Che senso ha?

La LBA Serie A avrebbe bisogno che prima della gara ci fosse una mezzora, minimo, di pre partita, magari in parto dallo studio, dove si racconta qualcosa tipo i risultati delle altre partite, la classifica, cose così. E poi, dopo la gara, altra mezzora, minimo, con commenti dallo studio, classifica aggiornata, un’occhiata al prossimo turno.

Non sto proponendo la luna, sto semplicemente parlando dell’ABC del contorno che una partita dovrebbe avere. Non conosco i dati di ascolto di Derthona – Venezia, non conosco i dati delle partite precedenti, io so solo che la partita buttata li, così, non attira nuovi spettatori, magari capitati su D Max per caso e, soprattutto, non crea l’abitudine nel tifoso di basket.

Poi, chiaramente, come sempre, fate un po’ come vi pare.

🔗EurosportDove vedere le partite di LBA Serie A nella stagione 2022/2023

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *